martedì 15 dicembre 2009

21 dicembre

FRANK GEHRY creatore di sogni
di Sidney Pollack, USA 2005, col. 84’



Titolo originale: Sketches of Frank Gehry
Con: Michael Eisner, Bob Geldof, Dennis Hopper, Philip Johnson, Sydney Pollack, Eddie Ruscha, Julian Schnabel, Frank O. Gehry
Soggetto: Sidney Pollack
Fotografia: Marcus Birsel, Claudio Rocha, George Tiffin
Montaggio: Karen Schmeer
Musiche: Claes Nystrom, Jonas Sorman
Produzione: Mirage Enterprise
Distribuzione: Bim

Appassionato racconto della vita e delle opere del celebre architetto canadese Frank Gehry. Attraverso una serie di interviste condotte dall’amico Pollack, arricchite dalle testimonianze di amici artisti, il film esplora l’itinerario creativo di Gehry: dagli schizzi astratti, ai modellini – spesso realizzati con semplice cartoncino e nastro adesivo – fino alla nascita di capolavori come il Guggenheim di Bilbao.

Al suo primo, e purtroppo ultimo, coinvolgente documentario, Sydney Pollack riesce a catturare la grandezza di un artista che, sposando le forme curve di una nuova simmetria, ha modificato dal profondo e con originalità l'idea di spazio architettonico. Presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2006.

martedì 1 dicembre 2009

CARAVAGGIO
di Derek Jarman, GB, 1986, col. 97’



Con: Nigel Terry, Tilda Swinton, Sean Bean, Spencer Leigh, Michael Gough, Dexter Fletcher, Nigel Davenport, Gary Cooper, Robbie Coltrane
Soggetto e sceneggiatura: Derek Jarman
Fotografia: Gabriel Beristain
Musiche: Simon Fisher-Turner
Montaggio: George Akers
Produzione: Sarah Radclyffe
Distribuzione: Mikado Film, San Paolo Audiovisivi

Il film rivive la convulsa e tempestosa vita che Michelangelo Merisi detto il Caravaggio condusse a Roma tra sordide avventure, risse e traversie di ogni genere. Nell’agonia a Porto Ercole (1610) il pittore evoca una galleria di volti illustri e di basso rango legati a momenti della sua esistenza, fino al rapporto devastante con il baro e modello Ranuccio Tomasoni.

Il film traduce sullo schermo le luci e i contrasti della pittura di Caravaggio, ritenuto da Jarman l’inventore della luce cinematografica. La fotografia, dalle tonalità aspre fatte di bruni e ocra, e una serie di tableaux vivants permettono la visualizzazione delle opere dell’artista, sia negli effetti plastici sia nei riferimenti all'uso del colore. Orso d’argento a Berlino alla fotografia di Gabriel Beristain.