venerdì 9 dicembre 2011

Lunedì 12 dicembre - La rabbia giovane




La rabbia giovane
Terrence Malick
Badlands | USA • 1973 • col • 90’

Una coppia di ragazzi, interpretata da Sissy Spacek e Martin Sheen, è in fuga per le strade e lascia dietro di sè una scia di omicidi apparentemente immotivati. Tratto da una vicenda realmente avvenuta nell'America degli anni Cinquanta. Il titolo originale, Badlands, richiama le terre aride ed erose del Sud Dakota dove comincia la vicenda.

Esordio registico del grande Terrence Malick, vincitore quest'anno della Palma d'oro a Cannes per The Tree of Life, qui anche sceneggiatore e produttore.

venerdì 2 dicembre 2011

Lunedì 5 dicembre - Accadde una notte



Accadde una notte
Frank Capra
It Happened One Night | USA • 1934 • bn• 105’

La giovane ereditiera Ellie Andrews (Claudette Colbert) si mette in viaggio in pullman per raggiungere l'amato Westley, malvisto da suo padre che lo considera un cacciatore di dote. Durante il viaggio incontra il giornalista disoccupato Peter Warner (Clark Gable) e fa con lui un patto: il suo aiuto in cambio della storia in esclusiva.

Grande successo di Frank Capra, primo film a vincere i 5 premi Oscar principali . E' divenuto uno dei modelli della commedia brillante e del film "on the road". 

giovedì 24 novembre 2011

Lunedì 28 novembre - Cuore selvaggio



CUORE SELVAGGIO
di David Lynch, USA, 1990, col. 120’
con Nicolas Cage e Laura Dern

  Cuore selvaggio è la fuga di due amanti, Lula e Sailor, verso il sud degli Stati Uniti, lontano da Marietta, la madre di lei, decisa ad impedire il loro amore. Il loro viaggio, metafora di un percorso interiore, sarà ostacolato dai gangster Marcelo Santos e da Bobby Peru, un cattivo in chiave ironica. 

  In questo road-movie surreale, firmato da David Lynch, il comico si alterna alla violenza, il reale è in balia del sovrannaturale, il passato si intreccia col presente in continui flashback e non mancano le citazioni dal Mago di Oz.


Two on the Road, la nuova rassegna


giovedì 10 novembre 2011

Lunedì 14 novembre - L'inquilino del terzo piano




L'inquilino del terzo piano
di Roman Polanski, FRA, 1976, col 125’

Con: Roman Polanski e Isabelle Adjani

Il tranquillo impiegato polacco Trelkovsky prende in affitto un appartamento a Parigi che precedentemente era occupato da una ragazza che ha tentato il suicidio. I rapporti con i vicini sono da subito molto tesi. La situazione sempre più inquietante  porterà il protagonista fino a dubitare della propria identità.

Terzo capitolo della cosiddetta “trilogia dell'appartamento” dopo Repulsion e Rosemary's Baby. Polanski, in questo caso anche attore, crea un thriller paranoico con tocchi surreali e grotteschi.



domenica 6 novembre 2011

Lunedì 7 novembre - Il coltello nell'acqua




IL COLTELLO NELL’ACQUA
di Roman Polanski, Polonia, 1962, b/n 94’


Una coppia in viaggio verso il lago dà un passaggio a un giovane sconosciuto e lo invita a partecipare a una gita sulla loro barca a vela. Ma l’incompatibilità tra i due uomini non lascia sperare nulla di buono, e quando il coltello cade in acqua…

Il primo lungometraggio di Polanski è un elegante lavoro cameristico in cui la trama di stampo classico viene impregnata di claustrofobica inquietudine. Fu nominato all’Oscar per il miglior film straniero.



lunedì 17 ottobre 2011

Lunedì 24 ottobre - Rosemary's Baby




Rosemary's Baby
di Roman Polanski, USA 1968, col. 137’

Con John Cassavetes, Mia Farrow, Ruth Gordon, Sidney Blackmer, Elisha Cook, Ralph Bellamy
Soggetto: tratto da romanzo omonimo di Ira Levin
Sceneggiatura: Roman Polanski  
Fotografia: William A. Fraker
Musiche: Krzysztof Komeda 
Produzione: William Castle Productions
Distribuzione: Paramount



Guy, giovane attore teatrale, e sua moglie Rosemary si trasferiscono in un condominio newyorchese dove stringono amicizia con gli anziani e invadenti coniugi Castevet. Quando Rosemary rimane incinta, il marito inizia a comportarsi in modo strano e i vicini ad ossessionarla trasformando la sua vita in un incubo. La sfrenata ambizione del marito la trascinerà in un abisso di terrore….

Polanski rinuncia agli effetti speciali (consueti per il genere) e inserisce progressivamente, su un realismo descrittivo di fondo, un’angoscia surreale che tiene lo spettatore sospeso. Oscar a Ruth Gordon come migliore attrice non protagonista.


sabato 1 ottobre 2011

Lunedì 10 ottobre - Chinatown



Chinatown
di Roman Polanski, USA, 1974, col 122’

Con: Jack Nicholson, Faye Dunaway, John Huston
Soggetto: Robert Towne
Sceneggiatura: Robert Towne
Fotografia: John A. Alonzo 
Scenografia: Richard Sylbert
Montaggio: Sam O'Steen
Musiche: Jerry Goldsmith

Jake Gitties (Jack Nicholson) ex poliziotto ora detective privato nella Los Angeles degli anni Trenta, è incaricato da una donna (Faye Dunaway) di indagare sull'infedeltà del marito. Scoprirà invece un dramma famigliare e scontri senza quartiere per il controllo della risorsa più preziosa per la città, l'acqua.

Polanski si cimenta con un noir e realizza uno dei suoi film più belli, grazie anche alla sceneggiatura di Towne, che vinse il premio Oscar. L'ispirazione è Raymond Chandler, padre di Marlowe: scopriamo attraverso gli occhi del protagonista la corruzione del mondo in cui è costretto ad immergersi.





lunedì 18 aprile 2011

Lunedì 30 maggio - Io non sono qui


Io non sono qui
Todd Haynes
I’m not there | USA • 2007 • col • 135’

Sei attori (Christian Bale, Heath Ledger, Richard Gere, Cate Blanchett… ), di età e persino di sesso variabile, impersonano alcuni dei mille volti, veri e possibili, del cantautore Bob Dylan, dagli esordi folk-blues ai nostri giorni.
Appassionato ritratto cubista che attraverso il "menestrello di Duluth" ci parla dell’identità musicale americana.

"Je est un autre."
Arthur Rimbaud


HAPPY BIRTHDAY BOB!: Il 24 MAGGIO 2011 Bob Dylan compie 70 ANNI


Lunedì 16 maggio - Luci d'inverno


Luci d’inverno
Ingmar Bergman
Nattvardsgästerna | Svezia • 1963 • b/n • 81’

Tomas (Gunnar Björnstrand), pastore protestante di mezza età, è in profonda crisi e la sua fede vacilla di fronte al “silenzio di Dio”. Lo seguiamo per una giornata nel difficile rapporto con la maestra Marta (Ingrid Thulin) e nell’incontro con il pescatore
Jonas (Max von Sydow) venuto a chiedergli consiglio.

"L’uomo, il pastore, non è niente. È praticamente morto. È quasi completamente separato da tutti. Il personaggio centrale è la donna. Non crede in Dio ma ha forza. Sono le donne a essere forti. Lei sa amare."
Ingmar Bergman


Lunedì 9 maggio - Mary


MARY
Abel Ferrara
italia | USA • 2005 • col • 83’

Marie (Juliette Binoche) interpreta Maria Maddalena in un film indipendente sulla vita di Cristo. Terminate le riprese, l’attrice si rifiuta di tornare a New York e si reca a Gerusalemme in cerca di sé. Un anno dopo un famoso giornalista (Forest Whitaker) conduce un programma tv sulla figura di Cristo…

"La luce divina è in ognuno di noi."
Juliette Binoche in Mary


sabato 16 aprile 2011

Lunedì 2 maggio - Lourdes



Lourdes
Jessica Hausner
austria | francia | germania • 2009 • col • 99’

Christine (Sylvie Testud), costretta sulla sedia a rotelle dalla sclerosi multipla, decide di recarsi a Lourdes.
Tra solitudini, riti quotidiani e un amore improvviso, riceve l’inatteso – e forse immeritato – miracolo. La sua guarigione suscita le invidie degli altri ammalati.

La Hausner ragiona non tanto sulla fede, mistero per eccellenza, quanto sul dubbio che alimenta la vera salvezza.Amen.
Mauro Gervasini



martedì 12 aprile 2011

Lunedì 23 maggio - Sita Sings the Blues



Nina Paley
USA • 2008 • col • 82’

La storia d’amore tra il principe Rama e la bellissima Sita raccontata dalle animazioni della Paley che alterna i leggendari episodi del poema epico indiano Ramayana ad altri della sua vita reale.

Queste vecchie canzoni mostrano davvero come la storia del cuore spezzato di Sita raccontata nel Ramayana vada oltre il tempo e le culture.
Nina Paley


Lunedì 18 aprile - In memoria di me



Saverio Costanzo
italia | francia • 2006 • col • 113’

Convinto che le rigide regole dell’ordine lo aiuteranno a sfuggire ai torbidi desideri che assillano la sua mente, un giovane privo di vocazione (Hristo Jivkov) decide di entrare nella Compagnia di Gesù. Dopo l’iniziale insofferenza per la ferrea disciplina della vita di clausura, abbandonato ogni dubbio e senso critico, si trasforma nel gesuita perfetto.


Questo non è un film religioso ma un thriller spirituale-metafisico.
Saverio Costanzo



venerdì 8 aprile 2011

Lunedì 11 aprile - The Addiction


The Addiction
Abel Ferrara
USA • 1995 • b/n • 85’
New York. Kathleen (Lili Taylor), studentessa di filosofia, viene attratta all'interno di un gruppo di succhiatori di sangue e tramutata in vampira. Le si aprirà un mondo delirante fatto di dannazione e ansia esistenziale.




Proiezione in collaborazione con l'AVIS di Crema

L’AVIS promuove la donazione di sangue volontaria, periodica, non remunerata, anonima e consapevole intesa come valore umanitario universale ed espressione di solidarietà e civismo. 10 anni dopo la nascita dell’AVIS a Milano, Crema nel 1937 ha visto operare i suoi primi donatori volontari sul territorio. Da allora insieme ad altre 11 sezioni comunali dona il sangue alle strutture sanitarie del cremasco in forma di sangue intero ed emocomponenti.

sabato 26 marzo 2011

Lunedì 28 marzo - Il nastro bianco



Il nastro bianco
Michael Haneke
das weiße Band | austria • 2009 • b/n • 135’

Vigilia della Prima guerra mondiale. In un villaggio protestante della Germania del Nord accadono strani incidenti.
Ragazzini biondi dall’espressione indecifrabile finiscono per introiettare la violenza che domina la società, per quanto apparentemente celata dalle convenzioni.

Un’immagine non è mai solo ciò che si vede, è anche ciò che nasconde; una società non è mai come vuole apparire, è anche ciò che occulta e rimuove.

Fabio Ferzetti

sabato 19 marzo 2011

Lunedì 21 Marzo - L'infanzia di Ivan



Andrej Tarkovskij
иваново детство | URSS • 1962 • b/n • 90’


Seconda guerra mondiale. Ivan (Kolja Burljaev) ha perso la famiglia per mano tedesca e fa l’informatore per i russi al fronte. Al ragazzino, che si muove nelle paludi meglio di qualsiasi altro soldato, il capitano ha affidato il rischioso ruolo di esploratore ma una notte durante una missione…


L’esordio registico di Tarkovskij è un racconto lirico e tragico sull’infanzia rapinata dagli orrori e dalle violenze della guerra in cui affiora il tema della Storia come dolore e irrazionalità.

Jean-Paul Sartre

venerdì 11 marzo 2011

Lunedì 14 Marzo - Gli anni in tasca



Thiers, Alsazia. Sentimenti, fantasticherie, drammi e conflitti
con gli adulti di un gruppo di ragazzini da cui emergono le
storie di Patrick, alle prese con le prime avvisaglie amorose, e
Julien, vittima di problemi ben più seri.

» i bambini recano in sé un senso di poesia; credo si debba evitare
di introdurre elementi poetici in un film di bambini e lasciare che la
poesia nasca da sé. FrançoisTruffaut

giovedì 24 febbraio 2011

Lunedì 28 febbraio: QUARTO POTERE, di Orson Welles


Charles Foster Kane, magnate della stampa americana, in punto di morte pronuncia una misteriosa parola che, attraverso le interviste di un giornalista, svelerà allo spettatore i tanti volti di un uomo potente ma estremamente fragile.

Fin dalla sua realizzazione, Quarto potere ha scatenato numerose polemiche: la querelle nata negli anni settanta sull’attribuzione della sceneggiatura, scritta dal regista in collaborazione con H. J. Mankiewicz, ha diviso critici e studiosi. L’influenza esercitata sullo sviluppo del cinema moderno e l’innovazione tecnica l’hanno consacrato “il film più bello del mondo”. Oscar come miglior sceneggiatura originale.


Appartengo a una generazione di cineasti che ha deciso di fare film avendo visto Quarto potere. (François Truffaut)


sabato 19 febbraio 2011

Lunedì 21 - Fratelli, di Abel Ferrara e Nicholas St. John


Fratelli
The Funeral di Abel Ferrara / Nicholas St. John, USA, 1996, col. 100’

Una famiglia mafiosa della New York degli anni '30, i Tempio, si riunisce per il funerale di uno dei tre fratelli. I flashback che ripercorrono la loro storia di violenza sono il preludio ad un drammatico finale.

Nicholas St. John, nome d'arte del misterioso sceneggiatore dei primi film di Abel Ferrara, porta in questo film i temi tipici della sua opera di ispirazione religiosa, la colpa e la redenzione.

“Lavoriamo insieme da quando abbiamo quindici anni. Abbiamo collaborato in ogni modo possibile. Ma questa volta lo ha scritto e basta. Ho avuto la sceneggiatura fatta e finita. Ci ho lavorato un po' sopra ma era così dolce, così bella che non lo trovavo proprio necessario, capisci?.”
Abel Ferrara

venerdì 11 febbraio 2011

Lunedì 14 Febbraio - Americani


Americani
Glengarry Glen Ross di James Foley / David Mamet, USA, 1992, col. 100’

In un'agenzia immobiliare i dipendenti devono cercare di vendere terreni di scarso valore a clienti che non possono permetterseli. Quando i proprietari mandano un "motivatore" per incrementare le vendite tutto diventa ancora più difficile.

David Mamet adatta per lo schermo un suo dramma teatrale vincitore del premio Pulitzer. Grazie ad un cast d'eccezione (J. Lemmon, A. Pacino, K. Spacey) anche al cinema riesce a funzionare al meglio il meccanismo perfetto della trama e del dialogo.



“Ognuno sente che può avere successo solo al costo che qualcun altro non l'abbia. La vita economica in America è una lotteria. Tutti hanno le stesse possibilità ma solo uno arriverà in cima.”

David Mamet

domenica 6 febbraio 2011

L'invito per lunedì 7 febbraio

Lunedì 7 Febbraio - Al di là della vita




Al di là della vita
Bringing Out the Dead di Martin Scorsese / Paul Schrader, USA, 1999, col. 121’

New York è diventata un incubo per il paramedico Frank Pierce (Nicholas Cage) perché nelle ultime settimane non riesce più a salvare nessuno. Lo seguiamo per tre notti a bordo della sua ambulanza, ogni volta con un diverso collega.
Scorsese e Schrader tornano a raccontare la città alla maniera di Taxi Driver (1976), popolandola con i fantasmi che affollano la mente del protagonista.

“Il problema di Frank è che definisce la sua missione come un obiettivo piuttosto che come un processo. Nel momento che definisci la vita come un obiettivo sei fottuto. Nessuno ne esce vivo. Comincia a vedersi come un fallito perché non si vede come parte del processo. Si vede come parte delle forze della giustizia e della salvezza. Non salvezza spirituale ma salvare vite umane.”

Paul Schrader

Gli appuntamenti di Febbraio 2011

Cari amici, siamo di ritorno dopo la pausa invernale. La prima rassegna che vi proponiamo, tutti i lunedì di febbraio, sarà "Who Killed the Director - Quando lo sceneggiatore è autore".

Ecco il calendario:

7 febbraio
Al di là della vita
M. Scorsese / P. Schrader

14 febbraio
Americani
J. Foley / D. Mamet

21 febbraio
Fratelli
A. Ferrara / N. St. John

28 febbraio
Quarto potere
O. Welles / H. J. Mankiewicz