venerdì 30 novembre 2012

Lunedì 3 dicembre - Anni di piombo


ANNI DI PIOMBO
di Margarethe von Trotta, RFT 1981, col, 109’
con Jutta Lampe, Barbara Sukowa, Rüdiger Vogler, Doris Schade



Il film racconta il complesso rapporto di identità e dipendenza che lega due sorelle: Juliane (Lampe) lavora come giornalista in un giornale femminista, Marianne (Sukowa ) abbandona marito e figlio e sceglie la lotta armata nella RAF. 
Il 18 ottobre del 1977 Marianne è trovata morta nella sua cella ma la sorella non crede alla versione del suicidio.

Ispirato alla storia vera delle sorelle Christiane e Gudrun Esslin, è un dramma psicologico più che un film politico. Durante i loro incontri le due donne discutono il loro pensiero politicoricordano la loro infanzia, difendono le proprie scelte; una collisione tra il "dentro" privato e commosso di questo rapporto e il "fuori" accidentato della Storia.

Grande prova delle due attrici e Leone d’oro a Venezia nel 1981.




giovedì 22 novembre 2012

Lunedì 26 novembre - Leoni di Venezia - Le mani sulla città





Comincia la rassegna "Leoni di Venezia" dedicata a tre film premiati alla Mostra del Cinema:

Le mani sulla città
di Francesco Rosi

Italia, 1963, b/n, 105 min
Con: Rod Steiger, Salvo Randone, Guido Alberti

  



Le mani sulla città di Francesco Rosi, vincitore del Leone D’Oro nel 1963, racconta la Napoli dei primi Anni Sessanta, dove affari privati e politica vanno a braccetto. Sono all'ordine del giorno le tangenti, la speculazione edilizia e la conseguente cementificazione. Politici disonesti si nascondono dietro la patina dell’apparato burocratico per continuare a tessere trame che hanno come unico scopo l’interesse personale.



Ti aspettiamo.
AMENICCINEMA

mercoledì 14 novembre 2012

Lunedì 19 novembre - Gli amanti del circolo polare


Gli amanti del circolo polare
di Julio Medem
 Spagna/Francia 1998, col., 116’

Con: Najwa Nimri, Fele Martínez, Nancho Novo, Maru Valdivielso, Peru Medem
  



Anna e Otto, innamorati fin da piccoli, sono i due protagonisti di una storia d'amore tenera, segreta e appassionata che si snoda lungo un periodo che va dagli otto ai venticinque anni di età. La vita li separa finché la Finlandia diventa il luogo della loro possibile riunione (o della separazione definitiva).

Una parabola sull’amore eterno e un viaggio che appassiona e commuove muovendosi tra sogno e realtà. Il film è stato presentato in concorso alla 55ma Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.




Ti aspettiamo.
AMENICCINEMA

mercoledì 7 novembre 2012

Lunedì 12 novembre - Princesas


PRINCESAS
di Fernando León de Aranoa

Con: Candela Peña, Micaela Nevárez, Mariana Cordero, Llum Barrera, Violeta Pérez  



Madrid. Zulema è un'immigrata dominicana che si prostituisce con l’obiettivo di portare in Spagna il figlio di cinque anni. Caye, anche lei prostituta, è una ragazza spagnola e la sua famiglia è all’oscuro di tutto. L'incontro tra Caye e Zulema all'inizio è piuttosto burrascoso ma col tempo le due 'Principesse'  instaurano un solido rapporto di amicizia che le porterà lungo un percorso di maturazione e crescita, nella speranza di raggiungere una vita migliore.

De Aranoa racconta un'altra storia ambientata nella periferia d'una grande città. Lo sguardo del regista, anche sceneggiatore, segue le due donne con intensa partecipazione cercando però di mantenere sempre un tono cronachistico.  Le due attrici hanno vinto il premio Goya come miglior attrice protagonista e non protagonista.




Ti aspettiamo.
AMENICCINEMA

lunedì 5 novembre 2012

Lunedì 5 novembre - La comunidad


LA COMUNIDAD – INTRIGO ALL’ULTIMO PIANO
di Alex de la Iglesia, Spagna 2000, col. 105’
con Carmen Maura, Eduardo Antuna, Emilio Gutierez Caba



L’agente immobiliare Julia trova per caso in un fatiscente stabile madrileno la vincita miliardaria di un vecchio inquilino appena deceduto. Ma non sa che i mostruosi condomini ne avevano pianificato la spartizione molto tempo addietro: ciascuno, pur di avere in mano il malloppo, non esita a stringere alleanze e a smentirle poco dopo e così si susseguono doppi giochi, scambi di persona e false dichiarazioni.

Il regista spagnolo, per la precisione basco, non si accontenta del film di genere e mira alla satira sociale muovendosi tra suspense e humour nero. Enorme successo in Spagna dove il film ha vinto tre Goya tra cui quello come miglior attrice a Carmen Maura.