venerdì 19 dicembre 2014

Lunedì 22 dicembre - Ricomincio da capo & Natale con Amenic

Ultimo appuntamento dell'anno con Amenic Cinema: ingresso gratuito per tutti e sorpresa finale.

Concludiamo il ciclo dedicato a Bill Murray con la commedia di Harold Ramis "Ricomincio da capo"(1993).

Il meteorologo televisivo Phil Connors (Murray) è mandato in un paesino sperduto a fare un servizio sul "Giorno della marmotta". Questo è già un incubo per lui ma le cose peggiorano quando si scopre intrappolato in questa giornata, condannato a riviverla continuamente a partire dalle sei del mattino, svegliato sempre dalla stessa canzone.



Dopo il film vi invitiamo a fermarvi qualche minuto per farci gli auguri e darci appuntamento al prossimo anno. Vi aspettiamo!


giovedì 11 dicembre 2014

Lunedì 15 dicembre - Broken flowers

Prosegue la rassegna BILL MURRAY, Amenic Cinema è lieta di invitarVi alla proiezione di:

Broken flowers

di Jim Jarmusch


L'arrivo di una lettera misteriosa obbliga Don, un impenitente rubacuori, a rivisitare il proprio passato amoroso e a misurarsi con il senso di Responsabilità che per troppo tempo ha evitato di assumere.

Detective-story sentimentale, road-movie, tragicommedia, Broken flowers (animato da un fantastico cast femminile) è uno dei tanti intriganti tasselli della particolarissima filmografia di Jim Jarmusch: tra i più affermati portabandiera d'oltreoceano dell'indie way di fare Cinema.


con Bill Murray, Sharon Stone, Frances Conroy, Jessica Lange, Tilda Swinton, Julie Delpy
Broken flowers di Jim Jarmusch, USA/Francia, 2005, colore, 106 min. ca

---
Ore 21:00 / Sala Alessandrini, via Matilde di Canossa 18, Crema
Condividi l'evento: https://www.facebook.com/events/320442784817898/

venerdì 28 novembre 2014

Lunedì 1 dicembre - Lost in translation

Prosegue la rassegna sul "comico oltre la commedia" BILL MURRAY; Amenic Cinema Vi invita alla proiezione di:

Lost in translation - L'amore tradotto

di Sofia Coppola


Bob è uno stanco attore ormai ai margini dello show business; Charlotte è una giovane donna senza altra occupazione che stare sempre al seguito del coniuge fotoreporter. Entrambi versano in un periodo di riflessione esistenziale. Entrambi stanno soggiornando a Tokyo nel medesimo hotel. Entrambi vivono notti insonni.

Sofia Coppola plasma in un film soffuso il racconto degli inaspettati autentici legami affettivi che animi resi vicini dalle necessità possono stringere con forza e rispetto straordinari. Il tutto sullo sfondo di una altera megalopoli roboante e struggente al contempo.
Premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale.


con Bill Murray, Scarlett Johansson, Giovanni Ribisi
Lost in translation di Sofia Coppola, USA, 2003, colore, 102 min. ca

---
Ore 21:00 / Sala Alessandrini, via Matilde di Canossa 18, Crema
Condividi l'evento: https://www.facebook.com/events/290178797859549/

venerdì 21 novembre 2014

Lunedì 24 novembre - Tutte le manie di Bob

Inizia la rassegna dedicata all'attore Bill Murray. Amenic Cinema è lieta di invitarvi alla proiezione di

Tutte le manie di Bob
di Frank Oz



Bob Wiley (Bill Murray), affetto da innumerevoli fobie, si affida alle cure del dottor Leo Marvin (Richard Dreyfuss) che purtroppo sta per partire per le vacanze. Non riuscendo a sopportare la separazione, Bob raggiunge la casa in riva al lago dello psicologo, dove comincia sottilmente a far sgretolare la sua vita apparentemente idilliaca.

Il regista Frank Oz sfrutta al meglio il contrasto tra l’adorabile e insopportabile personaggio interpretato da Murray e il rigido ed egocentrico Dreyfuss, creando un’efficace satira del rapporto medico-paziente insinuando il dubbio che in questo caso il vero malato sia il medico.

Tutte le manie di Bob (What about Bob?)
USA, 1991, col. 99 min

mercoledì 19 novembre 2014

Giovedì 20 novembre - Lo scafandro e la farfalla

Ricordiamo ai soci Amenic che giovedì 20 novembre, presso il Multisala Portanova, comincia la rassegna organizzata dall'Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Crema in collaborazione con noi e altre realtà del territorio.

“Altre Visioni” si propone come finalità quella di mostrare, attraverso l’arte cinematografica, la ricchezza della differenza. Differenza non  definita come stigma, quasi a declinare uno stato minoritario per chi ne è portatore, ma come vera componente della nostra natura di esseri umani.

Ingresso 4 euro per tutti e 3 euro per i tesserati Amenic.

Il primo appuntamento è "Lo scafandro e la farfalla" di Julian Schnabel (2007) che sarà introdotto dal critico cinematografico Stefano Guerini Rocco.

Questo il programma completo:




venerdì 14 novembre 2014

Lunedì 17 novembre - La sottile linea rossa

Continua la rassegna dedicata ai vincitori dell'Orso d'oro al Festival di Berlino. Amenic Cinema vi invita alla proiezione di

La sottile linea rossa
di Terrence Malick



Seconda guerra mondiale: la Compagnia C dell'esercito degli Stati Uniti deve conquistare il Monte Austen durante la campagna di Guadalcanal per il controllo del Pacifico. I soldati, immersi nella bellezza della natura tropicale, affrontano come possono l'assurdo dolore di cui sono partecipi e testimoni.

Il regista Terrence Malick torna dopo vent'anni di assenza con un ambizioso film corale, in cui i migliori attori dell'epoca danno vita ad un film di guerra che esce costantemente dai confini del genere per addentrarsi nel campo della riflessione esistenziale.

La sottile linea rossa (The Thin Red Line)
Stati Uniti, 1998
col. 164 min.

con Jim Caviezel, Sean Penn, Elias Koteas, Nick Nolte, Adrien Brody, John Cusack

domenica 9 novembre 2014

Lunedì 10 novembre - Veronika Voss

L'Amenic ritorna al lunedì con il film di R.W. Fassbinder

Veronika Voss

Liberamente ispirato alla figura di Sybille Schmitz, attrice tedesca particolarmente nota al tempo del Terzo Reich, il film ha alcune analogie, almeno di ispirazione, con Viale del tramonto di Billy Wilder. La pellicola è stata premiata nel 1982 con l'Orso d'oro al Festival di Berlino.

"Monaco di Baviera, 1955.

Veronika Voss, ex diva dell'Universum-Film AG (UFA), il cinema di propaganda nazista, da anni dimenticata da tutti, vive nell'ossessione del suo passato e dalla sua celebrità.

Una sera, in tram, incontra Robert Krohn, un giornalista sportivo, ed è fortemente attratta da lui. I due iniziano una storia d'amore, nonostante Robert viva già con la sua ragazza, Henriette.

Veronika è una donna affascinante, ma Robert ben presto capisce che il suo comportamento è strano, mutevole, a volte euforico, a volte disperato. Nel tentativo di aiutarla scopre che la donna è praticamente prigioniera della sua neurologa, la dottoressa Katz, che la tiene segregata nella sua clinica privata. La dottoressa subdolamente sfrutta la Voss, approfittando della sua dipendenza dagli oppiacei."
http://it.wikipedia.org/wiki/Veronika_Voss ]


Magnifico esercizio neoespressionista, "Die Sehnsucht der Veronika Voss" è una celebrazione dell'ineluttabilità della Fine, osservata con agghiacciante distacco da un Rainer Werner Fassbinder giunto a chiusura di una tetralogia "al femminile" sulla Germania postbellica.



Vi aspettiamo come sempre alle 21.10 in Sala Alessandrini.

---

lunedì 3 novembre 2014

Mercoledì 5 novembre - Il vergine

Prosegue la rassegna ORSI D'ORO, Amenic Cinema vi invita alla proiezione di:

Il vergine

di Jerzy Skolimowski


Marc, un giovane apprendista parrucchiere, sogna di vincere una gara automobilistica. Si è iscritto, con una Porsche, al rally che parte fra due giorni, contando di prendere in prestito l’automobile del suo capo.
All’ultimo minuto, viene a sapere che il padrone parte per il week-end con l’auto: sarà l'inizio di una corsa alla ricerca di un nuovo mezzo per partecipare alla gara.

Il vergine risente del clima del pieno '68 nel momento in cui una nuova generazione cominciava a rifiutare il debito dei propri padri (guerra, Occupazione, neo-colonialismo) e il modello autoritario-paternalistico. Skolimowski ha comunque evitato di ancorare il film a una lettura politica troppo esplicita, preferendo approcciarsene di lato e dando al suo protagonista l'etichetta di giovane "idiota" e immaturo sulla falsa riga degli eroi romanzeschi di Dostoevskij.


Il vergine (Le depart) di Jerzy Skolimowski, Belgio, 1967, b/n, 85 min. ca

---
Ore 21:00 / Sala Alessandrini, via Matilde di Canossa 18, Crema

sabato 25 ottobre 2014

Mercoledì 29 ottobre - La notte

Prosegue la rassegna ORSI D'ORO. Amenic Cinema vi invita alla proiezione di:

La notte

di Michelangelo Antonioni




Una coppia è in crisi, il loro amore si sta spegnendo o forse è già finito. Lui, Giovanni Pontano, è uno scrittore di successo ma insoddisfatto, impersonato da Marcello Mastroianni; sua moglie Lidia è una Jeanne Moreau scura e sfuggente. La struttura del film è bipartita: nella prima parte i due vanno in una clinica a visitare un amico scrittore moribondo; in seguito si recano al ricevimento di presentazione del nuovo libro di Giovanni. Lidia si allontana e vagabonda fino alla periferia della città, poi si ricongiunge con il marito e alla sera vanno in un nightclub. La seconda parte è invece una festa notturna ambientata nella villa di un ricco industriale. Lì avverranno incontri, si diranno cose e se ne taceranno altre; soprattutto, lì comparirà Monica Vitti.


"La notte" è il secondo capitolo della cosiddetta trilogia (o tetralogia) esistenziale, inaugurata da "L'avventura", in cui Antonioni affronta i temi prediletti dell'alienazione e dell'incomunicabilità. Il regista ha detto: "Sento il bisogno di esprimere la realtà in termini che non siano del tutto realistici". Realismo e astrazione, psicologia e mondo inanimato concorrono nel delineare riflessioni esistenziali di desolata malinconia, il cui senso ultimo resta tuttavia aperto, come sospeso.




La notte di Michelangelo Antonioni, Italia, 1960, b/n, 122 min.

domenica 19 ottobre 2014

Mercoledì 22 ottobre - Il posto delle fragole

Prosegue la rassegna ORSI D'ORO, Amenic Cinema vi invita alla proiezione di:

Il posto delle fragole

di Ingmar Bergman


All'alba del giorno in cui riceverà una prestigiosa onorificenza accademica, un anziano professore viene assalito dalla consapevolezza che la distanza che lo separa dalla morte è ormai brevissima e dal rammarico per aver sempre rifuggito gli affetti e l'amicizia.
Sulla strada verso la cerimonia, con la nuora come compagna di viaggio, i ricordi si materializzano come mai prima era accaduto...

Uno dei più importanti film di Ingmar Bergman, e della intera storia del cinema, Il posto delle fragole è una intima e serena meditazione sul senso della vita e su quello della morte, un viaggio a ritroso nella memoria, un processo di riappacificazione affettiva.
Con Victor Sjostrom, Ingrid Thulin e Bibi Andersson.


Il posto delle fragole (Smultronstället) di Ingmar Bergman, Svezia, 1957, b/n, 91 min. ca

mercoledì 8 ottobre 2014

Lunedì 13 ottobre - La parola ai giurati

Inizia la rassegna ORSI D'ORO, Amenic Cinema vi invita alla proiezione di:

La parola ai giurati

di Sidney Lumet


Per un imputato di omicidio di primo grado la pena capitale pare inevitabile: troppo lampanti le prove a suo carico, e troppo dettagliate e circostanziate le deposizioni dei testimoni oculari che lo inchiodano sul luogo del delitto.
Terminati i dibattimenti processuali, non resta che attendere la definizione del verdetto finale da parte dei giurati. Il confronto tra essi si rivela essere tutt'altro che una formalità...

Ricca di spunti di natura etica e sociale, La parola ai giurati (Orso d'Oro alla Berlinale nel 1957) di Sidney Lumet è una pellicola che vede Henry Fonda impersonare un tenace cittadino dalla spiccata umanità, completamente votato al principio dell'«oltre ogni ragionevole dubbio».


La parola ai giurati (12 angry men) di Sidney Lumet, USA, 1957, b/n, 96 min. ca

martedì 7 ottobre 2014

Inizia la nuova stagione Amenic



Amenic ricomincia il 13 ottobre con una rassegna dedicata ai film vincitori del Festival di Berlino. Proseguiremo poi con un omaggio all'attore Bill Murray. Ecco i film in programma:



Vi aspettiamo!

domenica 15 giugno 2014

Lunedì 16 giugno - Il raggio verde

Lunedì 16 giugno: Il raggio verde


Continua la rassegna Quando il cinema è in vacanza. Amenic Cinema vi invita alla proiezione di:  


IL RAGGIO VERDE 

 di Éric Rohmer



Delphine, ragazza parigina, prova varie soluzioni per trascorrere le vacanze estive, ma nessuna la soddisfa. Sogna il grande amore, ma nella realtà è sola e depressa. Sulla costa di Biarritz, tuttavia, un incontro e un tramonto indimenticabile lasciano intravedere un senso nella sua vita.

I dialoghi semi-improvvisati e la finezza interpretativa dell'attrice protagonista, uniti allo sguardo disincantato e insieme partecipe di Rohmer, danno vita a un dramma psicologico ed esistenziale che ha affascinato generazioni di spettatori. Si dice che la visione del raggio verde, che scaturisce dal sole nell'istante in cui si inabissa nell'oceano, conferisca la capacità di leggere nei sentimenti propri e altrui...



domenica 8 giugno 2014

Lunedì 9 giugno: Before Midnight


Inizia la rassegna Quando il cinema è in vacanza, Amenic Cinema vi invita alla proiezione di:  


BEFORE MIDNIGHT 

 di Richard Linklater




Lo scrittore americano Jesse (Ethan Hawke) e la parigina Céline (Julie Delpy) passano l’estate nel Peloponneso dividendo una casa con amici: lui vorrebbe andare a vivere a Chicago per stare vicino al figlio avuto dal primo matrimonio mentre lei non vuole rinunciare a un lavoro a Parigi. Nel corso di una serata che dovrebbe essere l’apice romantico della vacanza, scoppia la crisi che porta la discussione e il loro rapporto di coppia sull’orlo dell’irreparabile.

Il regista chiude una trilogia iniziata quasi 20 anni fa, Prima dell’alba (1995) e Prima del tramonto (2004), mettendo di nuovo a confronto i due protagonisti, ormai genitori di due bambine. I problemi cambiano e le responsabilità aumentano: sapranno i due ritrovare le ragioni che li hanno fatti innamorare tanto tempo prima?

        BEFORE MIDNIGHT Regia di Richard Linklater USA/Grecia, 2013, 118’

mercoledì 4 giugno 2014

Lunedì 09 giugno - Quando il cinema è in vacanza

L'Amenic torna il 09 giugno con una nuova rassegna: "Quando il cinema è in vacanza". Non mancate!


domenica 4 maggio 2014

Lunedì 05 maggio - I guerrieri della notte

Continua la rassegna "Tutto in una notte", Amenic Cinema vi invita alla proiezione di

I guerrieri della notte
di Walter Hill

A New York, tra gli eserciti della notte, sta per esplodere una battaglia: le bande daranno la caccia ai Guerrieri, incolpati ingiustamente della morte del capo di una banda rivale. L’avventura ha luogo di notte, nelle metropolitane e tra la subcultura delle gang, da Coney Island a Manhattan e fino al Bronx. I Guerrieri devono lottare per la vita, cercando di sopravvivere nella giungla urbana.
Tratto dall’omonimo romanzo, versione contemporanea dell'Anabasi di Senofonte, il film ha generato un vero e proprio filone apocalittico–metropolitano: la descrizione di una New York violenta, notturna e sotterranea, è stata successivamente imitata in decine di film. Un piccolo saggio cinematografico per la tensione, l’uso del tempo (l’azione si svolge nell’arco di poche ore) e dello spazio.

I guerrieri della notte (The Warriors)
USA, 1979, col., 90’

domenica 27 aprile 2014

Lunedì 28 aprile - Nodo alla gola

Continua la rassegna "Tutto in una notte". Amenic Cinema vi invita alla proiezione di

Nodo alla gola
di Alfred Hitchcock


James Steward è l'interprete, insieme a Farley Granger e John Dall, di un thriller mozzafiato ispirato a un caso reale di cronaca nera (il delitto Leopold-Loeb).
Ganger e Dall sono entrambi eccellenti nel ruolo di coppia di amici che strangolano un compagno di università per il puro gusto del brivido e quindi decidono di dare un party per gli amici e i famigliari della vittima dopo aver nascosto il cadavere in una cassapanca che usano come tavolo per il buffet. Quando gli assassini cominciano a parlare di come fare a commettere “il delitto perfetto”, il loro ex insegnante (Steward) inizia a insospettirsi.


Nodo alla gola (Rope) di Alfred Hitchcock, USA, 1948, col., 77'




sabato 12 aprile 2014

Lunedì 14 aprile - Ombre e nebbia

Continua la rassegna "Tutto in una notte". Amenic Cinema vi invita alla proiezione di

Ombre e nebbia
di Woody Allen


In una città mitteleuropea senza nome degli anni 20’, si aggira un misterioso assassino che uccide i passanti strangolandoli nelle notti di fitta nebbia. Kleinman, pavido impiegatuccio ebreo, viene coinvolto dai concittadini nella caccia al killer. Si ritrova solo, spaventato e senza istruzioni, nella notte. Il suo dramma si intreccia con quello di Irmy, la mangiatrice di spade del circo accampato in città, che è fuggita dopo aver trovato Paul, il suo uomo, tra le braccia della trapezista. Durante la notte, segreti e bugie verranno a galla.

Ombre e Nebbia è parodisticamente ispirato all’espressionismo tedesco, in particolare a “M-Il mostro di Dusseldorf” di Fritz Lang, ma anche a Fellini (il vagare nella notte senza meta, il circo e i suoi drammi e sogni, la visita al bordello, il gioco fra sogno, realtà e finzione filmica), Bergman (il tema dell’esistenza di Dio, del senso della vita, dell’ipocrisia che regola le dinamiche di coppia all’interno del matrimonio borghese). Il tutto splendidamente ritratto dalla fotografia di Carlo Di Palma che per questo film vinse il Nastro D’Argento.

Ombre e Nebbia (Shadows and Fog) di Woody Allen, Usa, 1991, BN, 86’

sabato 5 aprile 2014

Lunedì 07 aprile - Fuori orario

Comincia la rassegna "Tutto in una notte". Amenic Cinema vi invita alla proiezione di

Fuori orario
di Martin Scorsese



L’impiegato Paul Hackett (Griffin Dunne) incontra in un bar Marcy Franklin (Rosanna Arquette) e discute con lei di Henry Miller.
Più tardi quella notte prende un taxi per andarla a trovare, cominciando un viaggio pieno di disavventure e strani incontri.

Una magistrale commedia nera di Martin Scorsese, ambientata nel luogo che più lo ispira, la New York notturna già protagonista di Taxi Driver (1976) e in seguito di Al di là della vita (1999). 

Fuori orario (After Hours), di Martin Scorsese, Stati Uniti, 1985, col., 97min.

domenica 30 marzo 2014

Lunedì 31 marzo - Segreti e bugie

Ultimo appuntamento dedicato ai vincitori della Palma d'oro a Cannes. Amenic Cinema vi invita alla proiezione di:
secretsandlies

Segreti e Bugie 
di Mike Leigh
 Alla morte dei genitori adottivi, una giovane donna di colore, Hortensia, decide di trovare la madre naturale. Scopre di essere figlia di Cynthia, un'operaia dal carattere molto fragile e con una famiglia problematica. La sua vita ruota infatti attorno a due persone: suo fratello Maurice, fotografo sposato ma senza figli, e la figlia ribelle Roxanne con i quali Cynthia fatica a comunicare. L'amicizia che si instaurerà fra Hortensia e Cynthia sarà di stimolo per riflettere anche sul rapporto con Maurice e Roxanne e porterà alla nascita di una nuova famiglia allargata grazie all'abbattimento del muro di “segreti e bugie”.
  Il film ha il grande pregio di saper mostrare, in modo asciutto e partecipe al tempo stesso, il dolore e la difficoltà, insita negli esseri umani, di viverlo e di comunicarlo agli altri, anche alle persone più vicine; ognuno dei personaggi si rinchiude in una bolla di isolamento e di ipocrisia (da qui il titolo del film “Segreti e bugie”) nel tentativo disperato di evitare di fare i conti con gli aspetti più problematici della propria esistenza.

Segreti e bugie di Mike Leigh, GB, 1996, 141 min.

venerdì 21 marzo 2014

lunedì 24 marzo - Sesso, bugie e videotape

Continua la rassegna dedicata ai film vincitori della Palma d'Oro a Cannes. Amenic Cinema vi invita alla proiezione di:

Sesso, bugie e videotape
di Steven Soderbergh




John Mullany è un un avvocato trentenne all’apice della carriera che vive a Baton Rouge insieme alla moglie Ann, una donna intelligente e controllata che ha rinunciato alla carriera per occuparsi della casa. Egli intrattiene un’appassionata relazione clandestina con sua cognata Cynthia, che lavora come cameriera in un bar della città. L’uomo accetta di ospitare per qualche giorno un suo ex-compagno di college, Graham Dalton, che porta con sé una strana collezione di videocassette. Il nuovo curioso ospite romperà il finto equilibrio del triangolo sentimentale nella piccola città di provincia americana…

Al Festival di Cannes del 1989, ad aggiudicarsi la Palma d’Oro a sorpresa come miglior film fu una piccola produzione low budget  dal titolo “Sesso, bugie e videotape”, sceneggiata e diretta da un giovane regista al suo debutto, Steven Soderbergh, che all’epoca aveva appena 26 anni (è ancora ad oggi il più giovane regista ad aver vinto questo premio). Molto apprezzato dalla critica, si rivelò inoltre un inaspettato successo di pubblico, diventando uno dei primi prodotti del cinema indipendente americano a registrare consistenti risultati al box-office.


Sesso, bugie e videotape, di Steven Soderbergh, Usa, 1989, col., 100 min.

sabato 15 marzo 2014

Lunedì 17 marzo - Padre padrone

Continua la rassegna Palme d'oro: Amenic Cinema vi invita alla proiezione di

Padre padrone

di Paolo e Vittorio Taviani






 A sei anni Gavino deve abbandonare la scuola perché il padre, Efisio, ha bisogno di lui: deve custodire il gregge sulle montagne e contribuire al sostentamento della famiglia. A vent'anni si ritrova analfabeta ed è in grado di parlare solo in dialetto. Durante il servizio di leva, con l'aiuto di un commilitone (Moretti), impara a leggere e a scrivere e ottiene la licenza liceale. Sfidando la volontà paterna, non smette più di studiare e si laurea con una tesi sui dialetti sardi, diventando professore universitario di glottologia.

 Ispirato all’omonimo romanzo autobiografico del protagonista, il film è un “manifesto di fiducia ideale nella forza dell’uomo e condanna di barbarie nuove e antiche”.

Padre padrone, di Paolo e Vittorio Taviani, Italia, 1977, col. 117 min.


venerdì 7 marzo 2014

Lunedì 10 marzo - Lo spaventapasseri

Continua la rassegna Palme d'oro: Amenic Cinema vi invita alla proiezione de

Lo spaventapasseri

di Jerry Schatzberg




Due uomini sul ciglio di una strada, uno da una parte, uno dall'altra, nel nulla della grande pianura americana. Cercano un passaggio: il primo è appena uscito di prigione, il secondo torna da anni passati in mare. Lo spensierato Lion (Al Pacino) offre al burbero Max (Gene Hackman) il suo ultimo fiammifero. Il viaggio può cominciare.

Un road movie da riscoprire anche solo per le magistrali interpretazioni di due grandi attori, lasciati liberi di esprimersi al meglio dalla regia essenziale di Jerry Schatzberg e immersi nei paesaggi rurali ed urbani dell'America degli anni Settanta dalla notevole fotografia in Panavision di Vilmos Zsigmond. Palma d'Oro a Cannes nel 1973 insieme a Un uomo da affittare di Alan Bridges. 

Lo spaventapasseri, di Jerry Schatzberg, USA, 1973, col. 107 min.

sabato 1 marzo 2014

Lunedì 3 marzo - Il terzo uomo

Inizia la rassegna Palme d'oro: Amenic Cinema vi invita alla proiezione de

Il terzo uomo

di Carol Reed




Lo scrittore americano Holly Martins arriva nella Vienna dell'immediato dopoguerra, per raggiungere l'amico di vecchia data Harry Lime che gli ha offerto un lavoro. Giunto in città, Martins scopre che Lime è appena morto in un incidente, ma i racconti dei testimoni non lo convincono…

Le atmosfere misteriose della Vienna occupata dagli Alleati, la sceneggiatura di Graham Greene, la musica malinconica eseguita da un suonatore di zither e la raffinata recitazione di Joseph Cotten, Alida Valli e Orson Welles rendono "Il terzo uomo" uno dei capolavori del cinema noir. Vincitore del Festival di Cannes nel 1949.

Il terzo uomo, di Carol Reed, Gran Bretagna, 1949, b/n 104 min.

giovedì 27 febbraio 2014

La notte delle Palme d'oro

Lunedì 03 marzo Amenic Cinema ritorna con due nuove rassegne. La prima è dedicata ad una selezione di film vincitori al Festival di Cannes, la seconda ai film la cui vicenda si risolve tutta nello spazio di una notte.
Da segnalare anche la collaborazione con l'associazione Il Nodo dei Desideri che propone un omaggio a Tonino Guerra: verrà proiettato il documentario Tempo di viaggio, un incontro con il grande Andrej Tarkovskij, e due cortometraggi d'animazione di cui Guerra ha realizzato la voce narrante, oltre ad averne scritta la sceneggiatura.

Ecco la cartolina con tutti gli appuntamenti. Sempre al lunedì, sempre 7 euro per un anno di Cinema. Non mancate!