venerdì 16 dicembre 2016

Lunedì 19 Dicembre: Arizona junior

!!! ULTIMA PROIEZIONE DELL'ANNO
ISCRIZIONE AL CIRCOLO E ACCESSO GRATUITI !!!

In sala Cremonesi ancora la rassegna COLPI DA DILETTANTI


Arizona junior

Arizona junior è una commedia grottesca e svagata con protagonista un giovane Nicolas Cage: un ladruncolo che dopo ripetuti incontri nel carcere con Ed, poliziotta addetta alle foto segnaletiche dei detenuti, se ne innamora e la sposa. Ma la coppia non riesce ad avere figli e la decisione di rapire uno dei cinque neonati gemelli di un ricco venditore di mobili porterà a una serie di eventi sempre più assurdi.

Secondo lavoro dei fratelli Coen. Un mix tra comicità, melodramma, bizzarro, humour nero; dalle galoppanti iperboli cartoonesche e costantemente declinato al sorriso, analizza in realtà il senso di solitudine e l'inadeguatezza propri di un mondo che procede sempre più spedito e disimpara a guardare ai sentimenti ed ai sogni.


con Nicolas Cage, Holly Hunter, Trey Wilson, John Goodman, Frances McDormand
Arizona junior (Raising Arizona) di Joel e Ethan Coen, USA, 1987, colore, 94 min. ca

---
Condividi l'evento.

mercoledì 7 dicembre 2016

Lunedì 12 Dicembre: Non per soldi... ma per denaro

!!! PERIODO DI FINE STAGIONE
ISCRIZIONE AL CIRCOLO E ACCESSO GRATUITI !!!

In sala Cremonesi prosegue la rassegna COLPI DA DILETTANTI


Non per soldi... ma per denaro

Durante una partita di football americano il cameraman della CBS Harry Hinkle (Jack Lemmon) viene coinvolto in un incidente di gioco. Egli non riporta danni seri, ma su insistenza del cognato Willie Gingrich (Walter Matthau), cinico e furbissimo avvocato, simula infermità gravemente invalidanti: un risarcimento milionario e la possibilità di riavvicinare una moglie fuggita di casa sono troppo allettanti..!

Commedia che per la commistione tra arguzia spiritosa e sospesa cupezza è tra le più particolari di Billy Wilder, The fortune cookie è una parabola morale esemplare, retta dal monito "Non puoi farti beffe di tutti per sempre". La studiata fotografia (del qualificatissimo Joseph LaShelle), la concisa scansione in capitoli e le musiche gustosamente di maniera (co-realizzate dai compositori jazzisti André Previn e Cole Porter) ammantano l'opera di una sorta d'affetto verso i gloriosi noir e hard-boiled che furono. Premio Oscar come miglior interprete non protagonista a Walter Matthau; e film di lancio del duo attoriale che irresistibilmente diverrà la "strana coppia".


con Jack Lemmon, Walter Matthau, Judi West, Ron Rich, Cliff Osmond
Non per soldi... ma per denaro (The fortune cookie) di Billy Wilder, USA, 1966, b/n, 121 min. ca

---
Condividi l'evento.

mercoledì 30 novembre 2016

Lunedì 5 Dicembre: Bottle rocket — Un colpo da dilettanti

In sala Cremonesi inaugura la rassegna COLPI DA DILETTANTI


Bottle rocket — Un colpo da dilettanti

Per Anthony e Dignan (Luke e Owen Wilson), due giovani individui dalla vita colma di piccole grandi problematicità e insicurezze, l'amicizia e l'unione reciproche hanno grandissimo valore. E, da sempre, nulla sa rinfrancarli in spirito e autostima quanto il sogno di formare insieme una speciale banda e percorrere una longeva carriera da astuti e caparbi criminali.

Dalla strettissima collaborazione tra Wes Anderson (al suo esordio registico) e la 'famiglia' Wilson (titolare di soggetto, sceneggiatura e interpretazione) nasce un amorevole, fine e spiritoso elogio della maniacalità, dell'evanescenza e dell'inconcludenza. Acerbo ma dalle soluzioni stilistiche godibilissime, Bottle rocket arriva con merito a personalizzare alcune coordinate cinematografiche del ritrattismo - relazionale ed ambientale - umoristico.


con Luke Wilson, Owen Wilson, Andrew Wilson, Lumi Cavazos, 
Robert Musgrave, James Caan
Bottle rocket — Un colpo da dilettanti di Wes Anderson, USA, 1996, colore, 92 min. ca

---
Condividi l'evento.

mercoledì 23 novembre 2016

Lunedì 28 Novembre: Stati di allucinazione

In sala Cremonesi ancora la rassegna KEN RUSSELL


Stati di allucinazione

Grandi interrogativi assillano lo scienziato genialoide Eddie Jessup (William Hurt): qual è il vero ruolo dell'umanità nell'universo? Qual è il profondo senso della vita? E perchè la sofferenza inesorabilmente sempre segna ogni esistenza? Professore universitario di psicologia forte di approfonditi studi sulla schizofrenia, Jessup si convince che gli stati alterati di coscienza sono reali tanto quanto quelli di veglia. Decide così di sottoporsi ad esperimenti sempre più estremi, prima mediante la deprivazione sensoriale, poi con potenti droghe allucinogene; durante questa folle, ossessiva ed autodistruttiva ricerca molti altri famigliari, amici e stimatissimi colleghi cadranno coinvolti.

Potente opera dagli spaventosi risvolti fantascientifici, Stati di allucinazione mostra una sorta di Faust del XX Secolo nella cui febbre per la ricerca e ansia esistenziale è impossibile non immedesimarsi. Con sensazionale abilità Ken Russell porta lo spettatore in bilico tra la preghiera affinchè i pericolosissimi esperimenti cessino e il partecipe augurio, costi quel che costi, che la soluzione riesca a farsi afferrare.


con William Hurt, Blair Brown, Bob Balaban, Drew Barrymore
Stati di allucinazione (Altered states) di Ken Russell, USA, 1980, colore, 102 min. ca

---
Condividi l'evento.

giovedì 17 novembre 2016

Lunedì 21 Novembre: Mahler — La perdizione

In sala Cremonesi prosegue la rassegna KEN RUSSELL


Mahler — La perdizione

Tra il 1959 e il 1970 Ken Russell ha realizzato per la BBC vari film biografici, dedicati per la maggior parte a compositori. Dopo questa esaltante esperienza professionale il regista è, sul grande schermo, tornato a simili argomenti nel notevole The Music Lovers (rilettura psicologizzante del personaggio di Ciaikovski) o nel pirotecnico Lisztomania (scorribanda nel mondo di Franz Liszt pericolosamente in bilico tra le trovate illuminanti e il cattivo gusto).

Uno dei più emblematici lungometraggi di questo tipo è anche Mahler — La perdizione, dedicato al noto compositore e direttore d’orchestra morto nel 1911. Lungi dall’essere una mera narrazione drammatizzata o romanzata degli eventi biografici, il film di Russell è una personalissima sinfonia audiovisiva dove l’imprecisione storica è deliberata e irrilevante: il protagonista non è tanto l’uomo Mahler quanto il suo universo poetico-musicale, indagato con profonda conoscenza e restituito con stravagante genialità.


con Robert Powell, Georgina Hale, Richard Morant, Rosalie Crutchley
Mahler — La perdizione di Ken Russell, Gran Bretagna, 1974, colore, 110 min. ca

---
Condividi l'evento.

sabato 12 novembre 2016

Lunedì 14 Novembre: I diavoli

In sala Cremonesi prosegue la rassegna KEN RUSSELL


I diavoli

Francia, 1634. Il brillante e carismatico padre Urbain Grandier (Oliver Reed), rettore della chiesa di Loudun, viene accusato di stregoneria da parte degli inviati del cardinale Richelieu che sta cercando di far riprendere il completo controllo delle città al potere centrale. Le accuse riguardano casi di possessione diabolica nel locale convento delle suore Orsoline ed in particolare della madre superiora Jeanne des Anges (Vanessa Redgrave).

Adattamento del romanzo di Aldous Huxley The Devils of Loudun (1952) e dell'opera teatrale The Devils (1960) di John Whiting, ispirati a fatti realmente accaduti. Lo stile intenso e grottesco di Russell, associato a tematiche religiose avvicinate in modi non proprio tradizionali, hanno fatto di quest'opera il più tipico "film scandalo", con numerosi problemi di censura in tutto il mondo.


con Oliver Reed, Vanessa Redgrave, Gemma Jones
I diavoli (The devils) di Ken Russell, Gran Bretagna, 1971, colore, 111 min. ca

---
Condividi l'evento.

giovedì 3 novembre 2016

Lunedì 7 Novembre: Donne in amore

In sala Cremonesi, inaugura la rassegna KEN RUSSELL:


Donne in amore

Inghilterra, anni '20. Nate e vissute al riparo di un'estrazione sociale migliore rispetto alla maggioranza degli abitanti del loro villaggio (il centro minerario di Beldover), le sorelle Gudrun (Glenda Jackson) e Ursula (Jennie Linden) poco sanno degli affari d'amore. Quando comincia la loro frequentazione, privilegiata, emozionante e appassionata, con la coppia di amici Gerald e Rupert (Oliver Reed e Alan Bates), l'uno duro e tormentato, l'altro audace e smaliziato, ciò che scoprono dei loro amanti e di sè stesse finisce per condurle in un'impensata dimensione di volubilità e rischio.

Adattamento del romanzo omonimo di David H. Lawrence e opera di un nascente Ken Russell il cui impeto e coraggio sono già evidentissimi benchè controllati dalla disciplina formale, Donne in amore colpisce per le straordinarie qualità ricostruttive e visive e per il suo saper brillantemente analizzare la complessità della dinamica passionale, tanto nel lato filosofico quanto in quello materiale.
Pluricandidato agli Oscar del 1971, il film ha meritato una statuetta per l'interpretazione da protagonista di Glenda Jackson.


con Glenda Jackson, Jennie Linden, Oliver Reed, Alan Bates
Donne in amore (Women in love) di Ken Russell, Gran Bretagna, 1969, colore, 125 min. ca

---
Condividi l'evento.

mercoledì 2 novembre 2016

KEN RUSSELL (7 - 28 Novembre) e COLPI DA DILETTANTI (5 - 19 Dicembre)

Le rassegne di Novembre e Dicembre 2016


KEN RUSSELL (7 - 28 Novembre 2016) — Quasi mai si parla del regista britannico Ken Russell (1927 - 2011) senza ricorrere agli aggettivi che gli sono stati tipicamente associati: scandaloso, eccentrico, visionario, eccessivo. Amenic Cinema gli dedica una rassegna monografica per conoscere meglio il personaggio e la sua carriera artistica e mettere soprattutto in luce la profonda cultura letteraria e musicale che pervade il suo personalissimo concetto cinematografico ricco di acrobazie in bilico tra discutibile gusto e illuminazione geniale.

COLPI DA DILETTANTI (5 - 19 Dicembre 2016) — Brillante carrellata di film accomunati dal tragicomico tema dei criminali da strapazzo, delle imprese furfantesche improvvisate, dei propositi malandrini destinati in partenza a fallire e a scatenare guai a non finire. Per chiudere l'annata cinefila con gustosissimi sorrisi.

Tutti gli appuntamenti il Lunedì, presso sala Cremonesi, alle ore 21:10,
per i tesserati FICC o per chi vuole associarsi in loco con quota annuale di 7,00 €

mercoledì 26 ottobre 2016

Lunedì 31 Ottobre: La caduta della casa Usher

Per l'Evento Speciale LA NOTTE DI E.A.POE:


La caduta della casa Usher
(SONORIZZATO DAL VIVO DA MIGUEL ÁNGEL FRAUSTO)

Nel maniero di Roderick e Madeline, coniugi Usher, è chiamato in visita un amico. Mesta e oscura è l'atmosfera che egli là respira: sulla sposa grava una malattia che sembra volerla consumare senza scampo. Roderick si tiene occupato ritraendo la donna. Il momento fatale presto arriverà, non senza inconcepibili e rovinose manifestazioni.

Amalgama di più novelle - oltre a quella omonima del titolo - e di più motivi ricorrenti del sommo interprete del romanticismo gotico-fantastico Edgar Allan Poe, La caduta della casa Usher di Jean Epstein è un incanto di sospensione e simbologia che affronta il macabro soprattutto in funzione di liriche riflessioni concernenti l'anima, la psiche e il confine con l'ultraterreno. A rendere il film una grandiosa pietra miliare sono le numerose soluzioni tecniche avanguardistiche in esso impiegate: sovrimpressioni, rallentamenti, carrellate e prospettive assolutamente inusuali per la sua epoca.
Alla cosceneggiatura e all'aiuto-regia: Luis Buñuel.

Miguel Ángel Frausto è maestro musicista di Oaxaca (Messico) esperto in sperimentazioni sonore e melodiche elettronico-assistite; nella strabiliante musicazione dal vivo qui proposta lo affianca l'altrettanto valente musicista e docente cremasco Pietro Dossena.


con Charles Lamy, Jean Debucourt, Marguerite Gance
La caduta della casa Usher (La chute de la maison Usher) di Jean Epstein, Francia, 1928, b/n, muto, 61 min. ca

*

In apertura di serata:
proiezione di cortometraggi d'animazione tratti dal mondo letterario fantastico di Edgar Allan Poe, selezionati in collaborazione con Out Of Cartoonia.

---
Condividi l'evento.

mercoledì 19 ottobre 2016

Lunedì 24 Ottobre: In the mood for love



In the mood for love

Il focus è sulla Hong Kong dei primi anni Sessanta, crocevia per la gente di Shanghai in fuga dal comunismo di Mao.

Chow trasloca con la moglie in un appartamento abitato da diverse famiglie. Accanto a loro vivono la signora Chan e suo marito. I due trascorrono molto tempo insieme diventando sempre più intimi, fino al giorno in cui scoprono che i rispettivi coniugi sono amanti. La volontà di comprendere le ragioni del tradimento subìto li porterà a frequentarsi sempre più spesso e a condividere le sensazioni provate.

La cura per il dettaglio del regista di Hong Kong Wong Kar-wai rimanda a Bresson; notevole è anche la capacità di catturare quel che vive tra gli spazi vuoti che richiama le atmosfere del regista italiano Antonioni.


con Maggie Cheung Man-yuk e Tony Leung Chiu-wai
In the mood for love (Faa yeung nin wa) di Wong Kar-wai, Hong Kong, 2000, colore, 94 min. ca

---
Condividi l'evento.

martedì 18 ottobre 2016

LA NOTTE DI E.A.POE (31 Ottobre)

Oscuri misteri, magia, tremori e lirismo agli sgoccioli di Ottobre. Evento singolo speciale LA NOTTE DI E.A.POE: un interessantissimo imperdibile appuntamento in cui le Arti musicale e cinematografica si sposano.
Sonorizzazione dal vivo del capolavoro impressionista-avanguardista gotico del 1928 del francese Jean Epstein La caduta della casa Usher ad opera del maestro musicista sperimentale Miguel Ángel Frausto, ospite d'eccezione da Oaxaca, Messico.
In apertura: cortometraggi d'animazione tratti dal mondo letterario fantastico di Edgar Allan Poe.


---
Condividi l'evento.

giovedì 6 ottobre 2016

Lunedì 10 Ottobre: Dieci inverni


In sala Cremonesi secondo appuntamento con la rassegna INTRECCI, CON SENTIMENTO

Dieci inverni

Due giovani studenti universitari e un amore lungo dieci anni, dieci inverni e altrettanti incontri casuali in un intreccio di sentimenti che porta i due protagonisti a un continuo anelare un rapporto mai pronto per sbocciare.
Camilla è una diciottenne che, timorosa e insicura, lascia casa sulle colline venete per trasferirsi a Venezia: nel suo primo viaggio incontra Silvestro, un coetaneo in balìa della vita e con le idee non troppo chiare sul suo futuro. In un fluttuare continuo tra la nebbiosa laguna veneziana e la fredda ma appassionante Russia, i due ragazzi affronteranno la propria educazione sentimentale grazie alle dure conseguenze che le reciproche scelte di vita causeranno loro.
Primo e finora unico lungometraggio firmato da Valerio Mieli, Dieci inverni ha vinto tra gli altri il premio David di Donatello per il miglior regista esordiente.


con Isabella Ragonese e Michele Riondino
Dieci inverni di Valerio Mieli, Italia, 2009, colore, 96 min. ca

---
Condividi l'evento.

lunedì 26 settembre 2016

Lunedì 3 Ottobre: Scrivimi fermo posta + UHDO's "Bread & birds"

In sala Cremonesi inaugura la rassegna INTRECCI, CON SENTIMENTO


Scrivimi fermo posta

In un delizioso "negozio dietro l'angolo" di Budapest lavorano confezionando regali i commessi Klara (Margaret Sullavan) e Alfred (James Stewart). I due coltivano reciproca pepata antipatia sopportandosi lo stretto necessario per non sfigurare agli occhi del loro principale Matuschek, ma un comune anelito li assomiglia: corrersene ad intrattenere appassionate corrispondenze epistolari 'al buio' con dei rispettivi ignoti spasimanti. Una disgrazia sfiorata ai danni del signor Matuschek scatenerà eventi e conseguenze inaspettati...

A Seconda Guerra Mondiale già iniziata, il maestro Ernst Lubitsch attenua la sofisticheria ed il lusso propri del suo stile abituale e con questo Scrivimi fermo posta va efficacemente in cerca di romantica lievità e di bel equilibrio tra ironia e malinconia.


con James Stewart, Margaret Sullavan, Frank Morgan
Scrivimi fermo posta (The shop around the corner) di Ernst Lubitsch, USA, 1940, b/n, 97 min. ca

*
In apertura di serata proiezione di "Bread & birds": cortometraggio vincitore della Menzione Speciale Amenic Cinema all'11^ edizione del concorso di filmmaking in 24 ore 'DESICA' di Cremonapalloza, e intervento degli autori: il collettivo U.H.D.O.

---
Condividi l'evento.

domenica 25 settembre 2016

INTRECCI, CON SENTIMENTO (3 - 24 Ottobre)

Quante cose temperano gli schemi della vita: affetti, propositi, passioni. E il grande incrociato gioco delle relazioni, le cui regole paiono talvolta frutto di coincidenze o del destino...
INTRECCI, CON SENTIMENTO: rassegna di imprevedibilità nel segno di cuori pulsanti e di sensi all'amor corrispondenti.

Proiezioni alle ore 21:10 presso sala A. Cremonesi, Museo Civico di Crema, piazzetta Terni De Gregorj 5.

giovedì 22 settembre 2016

Programma Ottobre 2016

Bentornati appuntamenti cinematografici del lunedì! Le proiezioni del Circolo riprendono, e lo fanno dal 3 Ottobre nella inedita sistemazione di sala Cremonesi in centro città.


Il programma - che si preannuncia arricchito anche dall'intervento di numerosi ospiti - offrirà una rassegna dal titolo "Intrecci, con sentimento" (3 - 24 Ottobre 2016) e l'evento singolo "La notte di Edgar Allan Poe" (31 Ottobre 2016).
Ingresso riservato ai possessori di tessera F.I.C.C. annuale in corso di validità, o a chi vuole farla in loco.

sabato 17 settembre 2016

Cambio-casa temporaneo

Attenzione: avviso importante!

A causa dell'indisponibilità della Sala Alessandrini la seconda parte dell'annata cinefila 2016 (il cui inizio è previsto per LUNEDÌ 3 OTTOBRE prossimo) vedrà come sede delle proiezioni SALA ANGELO CREMONESI (ex biblioteca conventuale).


Il moderno spazio multimediale è ubicato nel complesso museale civico, presso il Sant'Agostino, in piazzetta Winifred Terni De Gregorj 5.

lunedì 6 giugno 2016

La Crema delle arti audiovisive /5

Il ciclo di eventi ideato dal Centro Ricerca Alfredo Galmozzi INCONTRI, PERSONE, ARTI & MESTIERI DEL CINEMA A CREMA prosegue mercoledì 15 Giugno in sala ricevimenti del Comune di Crema (piazza Duomo, 25) alle ore 21:15 con l'intervista a Nino Chirco, produttore cinematografico.
Conduce la serata Lauro Sangalletti. Ingresso libero.


Condividi l'evento.

martedì 31 maggio 2016

1 Giugno - IL FAVOLOSO 60s STYLE - Metti una notte a guardare film (@BABAR)

Per la seconda volta nella città di Crema una maratona cinematografica notturna!
Evento speciale ispirato al SIXTIES STYLE


IL FAVOLOSO 60s STYLE
Metti una notte a guardare film

Dalle ore 21:00 di mercoledì 1 giugno 2016 alle ore 4:00 del successivo giovedì 2 giugno, AMENIC CINEMA omaggia lo stile cinematografico Sixties: la sua essenza swinging, colorata e pop! Una non-stop di tre lungometraggi selezionati, da gustarsi nella scintillante location del Babar. Comfort e ristoro assicurati; opinioni sonore a cura di Boca Do Lixo.

PROGRAMMA

ore 21:00
ALFIE di LEWIS GILBERT
(Gran Bretagna, 1966, colore, 114 min. ca)
Vivace commedia e problematica riflessione insieme, Alfie è una delle rappresentazioni più centrate del dinamismo e del 'colore' che accompagnarono la rivoluzione culturale piombata negli anni Sessanta a cambiare i costumi. A muoversi in una 'swingin' London' tratteggiata anche mediante gli splendidi brani jazz della colonna sonora un Michael Caine magistrale alle prese con un personaggio dai nodi morali canagliescamente interessanti. / Con Michael Caine, Millicent Martin, Vivien Merchant, Shelley Winters

ore 23:15
QUADROPHENIA di FRANC RODDAM
(Gran Bretagna, 1979, colore, 117 min. ca)
Film non degli anni Sessanta, ma sugli anni Sessanta (tratto da una rock-opera dei The Who - titolari assoluti dello score musicale), Quadrophenia getta con acutezza e intensità lo sguardo su quella che, per una certa parte di generazioni, sarà l'eredità di questi tempi di fermento: segnata dall'irrequietezza, dall'incertezza, dallo sfumare delle coordinate. Benchè al suo esordio, Roddam dà sfoggio di un rigore incredibile nel dirigere questa furente scansione di fatti traboccanti attriti e isterismi che nemmeno il constatare che bellezza e tenerezza effettivamente sono possibili riesce a interrompere. Un energico imperdibile cult. / Con Phil Daniels, Kate Williams, Michael Elphick, Sting, Ray Winstone

ore 1:30
HOLLYWOOD PARTY di BLAKE EDWARDS
(The party, USA, 1968, colore, 98 min. ca)
Grandissimo omaggio alle vecchie tradizioni farsesche, perfetto esercizio di macchiettismo attoriale, giocoso tripudio scenografico. Il sempre maiuscolo sodalizio tra Blake Edwards e Peter Sellers gioca, in The party, la carta del catastrofismo comico in una speciale funzionalissima logica di attesa, di diluizione, di ricamo: grazie alla quale è non tanto il verificarsi del danno quanto piuttosto la tortuosa concatenazione di gag che in esso sfoceranno a produrre tutto il godimento e le matte risate. Inesauribile potenziale. / Con Peter Sellers, Claudine Longet, Marge Champion, Edward McKinley, Steve Franken


Dalle ore 21:00 / presso BABAR (piano interrato), p.le Rimembranze 8, Crema

ACCESSO CON TESSERA F.I.C.C. DEL CIRCOLO: NESSUNA SPESA PER GLI ASSOCIATI GIA' IN REGOLA, OPPURE CONTRIBUTO DI 7,00 € PER LA SOTTOSCRIZIONE DIRETTAMENTE IN LOCO NELLA STESSA OCCASIONE DELL'EVENTO (LA TESSERA MANTIENE VALIDITA' PER TUTTE LE INIZIATIVE DI AMENIC CINEMA FINO AL 31/12/2016).

La partecipazione agli spettacoli può essere parziale e discontinua.
I riferimenti orari sono indicativi e possono subire variazioni.

---
Condividi l'evento.

giovedì 26 maggio 2016

Lunedì 30 Maggio - Il Maledetto United

Termina la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


Il maledetto United

La vita, le vittorie e le sconfitte di Brian Clough, il più grande allenatore che il calcio europeo abbia mai avuto: un uomo capace di portare una squadra di mediocri calciatori, il Nottingham Forest, dopo averla raccolta nei bassifondi della seconda divisione inglese, a vincere la Coppa dei Campioni per ben due anni consecutivi (1979 e 1980). Accompagnato dal fedele assistente Peter Taylor, da molti considerato il vero artefice delle sue vittorie, Clough inanellò una serie di imprese sportive che lo resero e lo rendono ancora oggi uno dei manager più innovativi e spregiudicati che il calcio d'oltremanica abbia visto. Il lungometraggio firmato da Tom Hooper racconta l'unica parentesi negativa nella carriera da allenatore di Brian Clough, quella dei quarantaquattro giorni sulla panchina del Leeds United nel 1974, dove egli si trovò a prendere il posto dello storico manager Don Reevie che con quei Leeds aveva vinto tutto. Il complicato ma inossidabile sodalizio con Peter Taylor, nonché l'ossessione per Don Reevie scaturita da un inconsapevole gesto di quest'ultimo, sono al centro di questa pellicola che va oltre il calcio per raccontarci la storia di un uomo che cambiò per sempre la storia del calcio.



Con Michael Sheen, Timothy Spall e Colm Meaney.
The Damned United di Tom Hooper, UK, 2009, colore, 97min.

---
Condividi l'evento.

giovedì 19 maggio 2016

METTI UNA NOTTE A GUARDARE FILM - evento all-night-long @BABAR (1 Giugno)

Per il secondo anno consecutivo Amenic Cinema piazza un grande evento notturno prima di prendersi il consueto riposo estivo.


METTI UNA NOTTE A GUARDARE FILM
maratona cinematografica

"Metti una notte a guardare film" è il nome dell'evento non-stop, che questa volta si è voluto dedicare alle atmosfere SIXTIES: al loro stile estetico pop e al loro spirito dinamico, movimentato, swinging! Non solo una stereotipata idea del decennio '60, ma una panoramica sul mondo variegato e "colorato" di quel periodo attraversato da fervori ed emozioni opposte e sull'eredità da esso protrattasi sui tempi successivi.

La novità di quest'anno è la location dell'evento: il BABAR di piazzale Rimembranze 8, Crema (sala interrata), un locale che calza a pennello con il tema scelto e che permetterà ai partecipanti di avere a portata di mano stuzzichini e drink per trascorrere al meglio le circa sei ore di proiezione!

L'appuntamento è stabilito per MERCOLEDÌ 1 GIUGNO a partire dalle ore 21:00, con termine alle ore 4:00 del 2 GIUGNO. Ecco i lungometraggi selezionati dallo staff di Amenic Cinema:

Alfie (Lewis Gilbert, 1966)
Quadrophenia (Franc Roddam, 1979)
Hollywood party (Blake Edwards, 1968)

Lungo gli spettacoli e negli intervalli fra le proiezioni, a tutti i partecipanti sarà data facoltà di servirsi (con specialissime formule agevolate!) delle prelibatezze made in Babar.

L'accesso è vincolato al possesso della tessera F.I.C.C.2016: ingresso senza alcuna spesa per i già associati oppure contributo di 7,00 € per la sottoscrizione, che può avvenire in loco nella stessa occasione dell'evento (la tessera mantiene validità per tutte le rassegne ed eventi speciali del Circolo fino al 31 Dicembre 2016).

Condividi l'evento.

mercoledì 18 maggio 2016

Lunedì 23 Maggio - Harold e Maude

Prosegue la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


Harold e Maude

Lui si chiama Harold; lei si chiama Maude. Lui è giovanissimo; lei è molto anziana. Ambedue sono dei ribelli, ma se Harold combatte il mondo con inerte (macabro) passivismo, Maude lo fa in modo gioioso, frizzante, vitalmente propositivo. Niente può essere più diverso tra Harold e Maude: e niente può finire per attrarsi di più, in un beato vortice di sentimenti e insegnamenti...

Inno spiritoso all'anarchia e all'amore senza barriere, il film di Hal Ashby - un cult istantaneo - filtra le inquietudini degli anni della contestazione attraverso un'ottica dolceamara e stravagante la cui magia è resa in modo ancor più intenso dalla colonna sonora interamente firmata da Cat Stevens.


con Bud Cort, Ruth Gordon, Vivian Pickles
Harold e Maude di Hal Ashby, USA, 1971, colore, 90 min. ca

---
Condividi l'evento.

sabato 14 maggio 2016

Lunedì 16 Maggio - La cagna

Prosegue la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


La cagna

Parigi, periodo fra le due guerre mondiali. Il cassiere Maurice Legrand una notte incontra Lulu, una giovane prostituta, che soccorre e sottrae ad un’aggressione. Se ne innamora ma il loro rapporto è complicato da Dédé, sfruttatore e amante della ragazza.

Il film di Jean Renoir, considerato il capolavoro di un'epoca per la resa immediata e realistica che dà dell'ambiente di Montmartre negli anni Trenta, è un "tragico e sardonico ritratto dell'eterna commedia degli errori e degli inganni in cui viviamo" (Paolo Mereghetti).


con Michel Simon, Janie Marèse, Georges Flamant
La cagna (La chienne) di Jean Renoir, Francia, 1931, b/n, 91 min. ca

---
Condividi l'evento.

venerdì 6 maggio 2016

Lunedì 9 Maggio - Quel pomeriggio di un giorno da cani

Prosegue la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


Quel pomeriggio di un giorno da cani

Il 22 agosto 1972, tre balordi assaltano una banca di Brooklyn. Uno dei tre si tira subito indietro e scappa; Sal e Sonny restano intrappolati nei locali della banca dopo l'intervento fortuito della polizia. Ha inizio un allucinante e per certi aspetti grottesco braccio di ferro tra i due rapinatori e le forze dell'ordine: in mezzo c'è il personale della banca. Sonny riesce a parlamentare e a contrattare le condizioni per la fuga; poi, però, l'FBI prende in mano le operazioni.

Sidney Lumet ricostruisce la vicenda in un film nervoso e ben scritto (Oscar alla sceneggiatura), che non dà tregua, ottimamente servito da un Al Pacino caricatissimo a cui fa da spalla un indimenticabile John Cazale. Un noir che diventa una commedia nera, poi una tragedia e una metafora.

con Al PacinoJohn CazaleCharles DurningChris Sarandon
Quel pomeriggio di un giorno da cani (Dog day afternoon) di Sidney Lumet, USA, 1975, colore, 124 min. ca

---
Condividi l'evento.

venerdì 29 aprile 2016

La Crema delle arti audiovisive /4

Il ciclo di eventi ideato dal Centro Ricerca Alfredo Galmozzi INCONTRI, PERSONE, ARTI & MESTIERI DEL CINEMA A CREMA prosegue giovedì 5 Maggio in sala Cremonesi del Centro Culturale Sant'Agostino (piazzetta Terni De Gregorj, 5) alle ore 21:15 con l'intervista a Michelangelo Severgnini, regista e documentarista.
Conduce la serata il gruppo di Amenic Cinema. Ingresso libero.


Condividi l'evento.

martedì 26 aprile 2016

Lunedì 2 Maggio - Amore tossico

Prosegue la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


Amore tossico

Un gruppo di amici vive sprofondato nella trista realtà della tossicodipendenza. Per due di loro il degradato circolo vizioso sembrerebbe volersi spezzare...

Stile distaccato ed essenziale e chiara ispirazione pasoliniana (dimostrata dal ricorso al non professionismo attoriale, dall'attenta costruzione gergale e dalla scelta dei luoghi - i lidi ostiensi), Claudio Caligari dirige una cronaca crudissima del disgraziato abbandono che tanta gioventù "di provincia" ha sperimentato nel passato recente. Un po' melodramma e un po' incubo sociale, Amore tossico si è visto premiato al festival di Venezia come miglior opera prima.


con Cesare Ferretti, Michela Mioni, Enzo Di Benedetto, Roberto Stani
Amore tossico di Claudio Caligari, Italia, 1983, colore, 85 min. ca

---
Condividi l'evento.

venerdì 15 aprile 2016

Lunedì 18 Aprile - Paisà

Si inaugura la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


Paisà

Il racconto, in sei episodi, dell'avanzata delle truppe Alleate in Italia: dallo sbarco della flotta anglo-americana in Sicilia, la notte del 10 luglio 1943, alle azioni, nell'inverno 1944: pochi mesi prima della fine della guerra, sul delta del Po.
Tra le più esemplari rappresentazioni del neorealismo.

Girato tra il gennaio e il giugno del 1946 (e presentato a Venezia lo stesso anno), Paisà fu ideato in collaborazione con le forze Alleate, grazie ai rapporti stabiliti da Roberto Rossellini durante la lavorazione di Roma città aperta, con il fine di illustrare la campagna della Quinta Armata e la vita degli americani in Italia, ma finì per allontanarsi notevolmente dal progetto originario.
La struttura a episodi del film viene accentuata dalle diverse lingue e dai dialetti; davanti alla cinepresa si alternano schiere di attori non professionisti.


con Giulietta Masina, Harriet White, Carmela Sazio, Carlo Pisacane, Giulio Panicali
Paisà di Roberto Rossellini, Italia, 1946, b/n, 124 min. ca

---
Condividi l'evento.

martedì 12 aprile 2016

SEI GRADI DI SEPARAZIONE (18 Aprile - 30 Maggio)


Ispirandosi alla celebre teoria secondo cui ogni cosa può essere collegata a qualunque altra attraverso una catena di comuni riferimenti e relazioni, Amenic Cinema crea un percorso filmografico di sei titoli che si snoda tra gli anni, i generi, gli autori e gli interpreti seguendo invisibili fili di significato.
Una rassegna da soddisfazione assicurata, specialmente per chi ha in dote spirito di osservazione, memoria e attitudine a mettersi in gioco: ...le occasioni di venire ripagati potrebbero essere più che concrete!
SEI GRADI DI SEPARAZIONE: nei lunedì dal 18 Aprile al 30 Maggio 2016, in Sala Alessandrini (via Matilde di Canossa, 18 - Crema), alle ore 21:10.