martedì 31 maggio 2016

1 Giugno - IL FAVOLOSO 60s STYLE - Metti una notte a guardare film (@BABAR)

Per la seconda volta nella città di Crema una maratona cinematografica notturna!
Evento speciale ispirato al SIXTIES STYLE


IL FAVOLOSO 60s STYLE
Metti una notte a guardare film

Dalle ore 21:00 di mercoledì 1 giugno 2016 alle ore 4:00 del successivo giovedì 2 giugno, AMENIC CINEMA omaggia lo stile cinematografico Sixties: la sua essenza swinging, colorata e pop! Una non-stop di tre lungometraggi selezionati, da gustarsi nella scintillante location del Babar. Comfort e ristoro assicurati; opinioni sonore a cura di Boca Do Lixo.

PROGRAMMA

ore 21:00
ALFIE di LEWIS GILBERT
(Gran Bretagna, 1966, colore, 114 min. ca)
Vivace commedia e problematica riflessione insieme, Alfie è una delle rappresentazioni più centrate del dinamismo e del 'colore' che accompagnarono la rivoluzione culturale piombata negli anni Sessanta a cambiare i costumi. A muoversi in una 'swingin' London' tratteggiata anche mediante gli splendidi brani jazz della colonna sonora un Michael Caine magistrale alle prese con un personaggio dai nodi morali canagliescamente interessanti. / Con Michael Caine, Millicent Martin, Vivien Merchant, Shelley Winters

ore 23:15
QUADROPHENIA di FRANC RODDAM
(Gran Bretagna, 1979, colore, 117 min. ca)
Film non degli anni Sessanta, ma sugli anni Sessanta (tratto da una rock-opera dei The Who - titolari assoluti dello score musicale), Quadrophenia getta con acutezza e intensità lo sguardo su quella che, per una certa parte di generazioni, sarà l'eredità di questi tempi di fermento: segnata dall'irrequietezza, dall'incertezza, dallo sfumare delle coordinate. Benchè al suo esordio, Roddam dà sfoggio di un rigore incredibile nel dirigere questa furente scansione di fatti traboccanti attriti e isterismi che nemmeno il constatare che bellezza e tenerezza effettivamente sono possibili riesce a interrompere. Un energico imperdibile cult. / Con Phil Daniels, Kate Williams, Michael Elphick, Sting, Ray Winstone

ore 1:30
HOLLYWOOD PARTY di BLAKE EDWARDS
(The party, USA, 1968, colore, 98 min. ca)
Grandissimo omaggio alle vecchie tradizioni farsesche, perfetto esercizio di macchiettismo attoriale, giocoso tripudio scenografico. Il sempre maiuscolo sodalizio tra Blake Edwards e Peter Sellers gioca, in The party, la carta del catastrofismo comico in una speciale funzionalissima logica di attesa, di diluizione, di ricamo: grazie alla quale è non tanto il verificarsi del danno quanto piuttosto la tortuosa concatenazione di gag che in esso sfoceranno a produrre tutto il godimento e le matte risate. Inesauribile potenziale. / Con Peter Sellers, Claudine Longet, Marge Champion, Edward McKinley, Steve Franken


Dalle ore 21:00 / presso BABAR (piano interrato), p.le Rimembranze 8, Crema

ACCESSO CON TESSERA F.I.C.C. DEL CIRCOLO: NESSUNA SPESA PER GLI ASSOCIATI GIA' IN REGOLA, OPPURE CONTRIBUTO DI 7,00 € PER LA SOTTOSCRIZIONE DIRETTAMENTE IN LOCO NELLA STESSA OCCASIONE DELL'EVENTO (LA TESSERA MANTIENE VALIDITA' PER TUTTE LE INIZIATIVE DI AMENIC CINEMA FINO AL 31/12/2016).

La partecipazione agli spettacoli può essere parziale e discontinua.
I riferimenti orari sono indicativi e possono subire variazioni.

---
Condividi l'evento.

giovedì 26 maggio 2016

Lunedì 30 Maggio - Il Maledetto United

Termina la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


Il maledetto United

La vita, le vittorie e le sconfitte di Brian Clough, il più grande allenatore che il calcio europeo abbia mai avuto: un uomo capace di portare una squadra di mediocri calciatori, il Nottingham Forest, dopo averla raccolta nei bassifondi della seconda divisione inglese, a vincere la Coppa dei Campioni per ben due anni consecutivi (1979 e 1980). Accompagnato dal fedele assistente Peter Taylor, da molti considerato il vero artefice delle sue vittorie, Clough inanellò una serie di imprese sportive che lo resero e lo rendono ancora oggi uno dei manager più innovativi e spregiudicati che il calcio d'oltremanica abbia visto. Il lungometraggio firmato da Tom Hooper racconta l'unica parentesi negativa nella carriera da allenatore di Brian Clough, quella dei quarantaquattro giorni sulla panchina del Leeds United nel 1974, dove egli si trovò a prendere il posto dello storico manager Don Reevie che con quei Leeds aveva vinto tutto. Il complicato ma inossidabile sodalizio con Peter Taylor, nonché l'ossessione per Don Reevie scaturita da un inconsapevole gesto di quest'ultimo, sono al centro di questa pellicola che va oltre il calcio per raccontarci la storia di un uomo che cambiò per sempre la storia del calcio.



Con Michael Sheen, Timothy Spall e Colm Meaney.
The Damned United di Tom Hooper, UK, 2009, colore, 97min.

---
Condividi l'evento.

giovedì 19 maggio 2016

METTI UNA NOTTE A GUARDARE FILM - evento all-night-long @BABAR (1 Giugno)

Per il secondo anno consecutivo Amenic Cinema piazza un grande evento notturno prima di prendersi il consueto riposo estivo.


METTI UNA NOTTE A GUARDARE FILM
maratona cinematografica

"Metti una notte a guardare film" è il nome dell'evento non-stop, che questa volta si è voluto dedicare alle atmosfere SIXTIES: al loro stile estetico pop e al loro spirito dinamico, movimentato, swinging! Non solo una stereotipata idea del decennio '60, ma una panoramica sul mondo variegato e "colorato" di quel periodo attraversato da fervori ed emozioni opposte e sull'eredità da esso protrattasi sui tempi successivi.

La novità di quest'anno è la location dell'evento: il BABAR di piazzale Rimembranze 8, Crema (sala interrata), un locale che calza a pennello con il tema scelto e che permetterà ai partecipanti di avere a portata di mano stuzzichini e drink per trascorrere al meglio le circa sei ore di proiezione!

L'appuntamento è stabilito per MERCOLEDÌ 1 GIUGNO a partire dalle ore 21:00, con termine alle ore 4:00 del 2 GIUGNO. Ecco i lungometraggi selezionati dallo staff di Amenic Cinema:

Alfie (Lewis Gilbert, 1966)
Quadrophenia (Franc Roddam, 1979)
Hollywood party (Blake Edwards, 1968)

Lungo gli spettacoli e negli intervalli fra le proiezioni, a tutti i partecipanti sarà data facoltà di servirsi (con specialissime formule agevolate!) delle prelibatezze made in Babar.

L'accesso è vincolato al possesso della tessera F.I.C.C.2016: ingresso senza alcuna spesa per i già associati oppure contributo di 7,00 € per la sottoscrizione, che può avvenire in loco nella stessa occasione dell'evento (la tessera mantiene validità per tutte le rassegne ed eventi speciali del Circolo fino al 31 Dicembre 2016).

Condividi l'evento.

mercoledì 18 maggio 2016

Lunedì 23 Maggio - Harold e Maude

Prosegue la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


Harold e Maude

Lui si chiama Harold; lei si chiama Maude. Lui è giovanissimo; lei è molto anziana. Ambedue sono dei ribelli, ma se Harold combatte il mondo con inerte (macabro) passivismo, Maude lo fa in modo gioioso, frizzante, vitalmente propositivo. Niente può essere più diverso tra Harold e Maude: e niente può finire per attrarsi di più, in un beato vortice di sentimenti e insegnamenti...

Inno spiritoso all'anarchia e all'amore senza barriere, il film di Hal Ashby - un cult istantaneo - filtra le inquietudini degli anni della contestazione attraverso un'ottica dolceamara e stravagante la cui magia è resa in modo ancor più intenso dalla colonna sonora interamente firmata da Cat Stevens.


con Bud Cort, Ruth Gordon, Vivian Pickles
Harold e Maude di Hal Ashby, USA, 1971, colore, 90 min. ca

---
Condividi l'evento.

sabato 14 maggio 2016

Lunedì 16 Maggio - La cagna

Prosegue la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


La cagna

Parigi, periodo fra le due guerre mondiali. Il cassiere Maurice Legrand una notte incontra Lulu, una giovane prostituta, che soccorre e sottrae ad un’aggressione. Se ne innamora ma il loro rapporto è complicato da Dédé, sfruttatore e amante della ragazza.

Il film di Jean Renoir, considerato il capolavoro di un'epoca per la resa immediata e realistica che dà dell'ambiente di Montmartre negli anni Trenta, è un "tragico e sardonico ritratto dell'eterna commedia degli errori e degli inganni in cui viviamo" (Paolo Mereghetti).


con Michel Simon, Janie Marèse, Georges Flamant
La cagna (La chienne) di Jean Renoir, Francia, 1931, b/n, 91 min. ca

---
Condividi l'evento.

venerdì 6 maggio 2016

Lunedì 9 Maggio - Quel pomeriggio di un giorno da cani

Prosegue la rassegna SEI GRADI DI SEPARAZIONE


Quel pomeriggio di un giorno da cani

Il 22 agosto 1972, tre balordi assaltano una banca di Brooklyn. Uno dei tre si tira subito indietro e scappa; Sal e Sonny restano intrappolati nei locali della banca dopo l'intervento fortuito della polizia. Ha inizio un allucinante e per certi aspetti grottesco braccio di ferro tra i due rapinatori e le forze dell'ordine: in mezzo c'è il personale della banca. Sonny riesce a parlamentare e a contrattare le condizioni per la fuga; poi, però, l'FBI prende in mano le operazioni.

Sidney Lumet ricostruisce la vicenda in un film nervoso e ben scritto (Oscar alla sceneggiatura), che non dà tregua, ottimamente servito da un Al Pacino caricatissimo a cui fa da spalla un indimenticabile John Cazale. Un noir che diventa una commedia nera, poi una tragedia e una metafora.

con Al PacinoJohn CazaleCharles DurningChris Sarandon
Quel pomeriggio di un giorno da cani (Dog day afternoon) di Sidney Lumet, USA, 1975, colore, 124 min. ca

---
Condividi l'evento.