martedì 11 aprile 2017

I nuovi appuntamenti prima dell'estate


È pronta da svelare la programmazione che occuperà parte di Aprile e tutto il Maggio prossimi, completando la prima metà dell'annata cinefila 2017, e quindi accompagnandoci all'interruzione estiva.
Proiezioni in sala Cremonesi del Museo Civico di Crema e del Cremasco, alle ore 21:10, tessera F.I.C.C. alla mano.


24 Aprile 2017: SERATA DI STORIA E DI MEMORIA — Alla vigilia della Festa della Liberazione, proiezione di "L'uomo che verrà" (Giorgio Diritti, 2009): un'immersione-riflessione sulla fine delle oppressioni e sui colpi di coda drammatici, le ambiguità situazionali e le speranze che tendono a contraddistinguere simili momenti chiave.

L'ONDA CHE VENNE DAI CAHIERS (rassegna dall'8 al 29 Maggio 2017) — L'inizio degli anni '50 del Novecento è un momento cruciale per il cinema europeo e mondiale: nasce a Parigi la rivista mensile di critica cinematografica "Cahiers du cinéma". Al suo interno entusiasti intellettuali lavorano febbrilmente nel revisionare la storia passata della settima arte, nel teorizzare e promuovere nuove idee riguardo l'autorialità e la creazione filmica, nel ridefinire le basi della discussione artistica. Tra i redattori della prima ora dei "Cahiers" ci sono giovani personaggi che presto inizieranno anche a mettere attivamente su pellicola le loro concezioni, divenendo cineasti: si chiamano Éric Rohmer, Jacques Rivette, Jean-Luc Godard, Claude Chabrol e François Truffaut, e Nouvelle vague è il nome con cui il loro stile sarà universalmente identificato.