venerdì 19 maggio 2017

Lunedì 22 Maggio: Racconti morali I e II, Éric Rohmer

Prosegue la rassegna L'ONDA CHE VENNE DAI CAHIERS

Poche intuizioni sono state così brillanti come quella di Éric Rohmer di praticare cinema anche attraverso la serializzazione antologica di costanti tematiche. La fornaia di Monceau e La carriera di Suzanne sono i primi due tasselli del ciclo narrativo chiamato "Sei racconti morali" mediante il quale il cineasta, già critico, redattore e direttore dei 'Cahiers du cinéma', si è rivelato il portavoce per eccellenza della varietà delle passioni amorose e dell'etica delle relazioni. Rohmer è detentore di un registro dalle affinità intensamente e musicalmente letterarie e i suoi intrecci sono fatti di lucidità estrema, di ironico distacco, di una verbosità consistente che non svuota e banalizza gli enigmi dell'attrazione e della seduzione, ma anzi, con grazia, li rafforza e li innalza.


La fornaia di Monceau

L'attenzione di un giovane viene catturata da Sylvie, una donna bella e distinta che vede ogni giorno incrociare a piedi la sua strada da e per le aule universitarie. Improvvisamente di Sylvie non c'è più traccia. Il ragazzo, fatte delle vane ricerche, finisce per posare gli occhi sulla commessa di una panetteria. Finchè Sylvie riappare.

con Barbet Schroeder, Michèle Girardon, Claudine Soubrier
La fornaia di Monceau (La boulangère de Monceau) di Éric Rohmer, Francia, 1962, b/n, 22 min. ca

*

La carriera di Suzanne

Ai tavolini di un caffè Bertrand e Guillaume fanno conoscenza con una ragazza chiamata Suzanne. Guillaume, il più spigliato e disinvolto dei due, inizia a circuirla e ottiene di entrare in relazione con lei. Gli affari di coppia tra i due si riveleranno pieni di contrasti e di provocazioni, e metteranno in subbuglio anche la vita del mite Bertrand.

con Philippe Beuzen, Christian Charrière, Catherine Sée, Diane Wilkinson
La carriera di Suzanne (La carrière de Suzanne) di Éric Rohmer, Francia, 1963, b/n, 53 min. ca

---
Condividi l'evento.